Perchè la banca ci mette tanto a darti una risposta

Perche' la banca ci mette dei mesi per darti una risposta ed i soldi che le chiedi

Questo articolo interessantissimo è tratto da Winthebank

 

Oggi, andare in banca con il metodo BCB (Brochure, Camerale e Bilancio) e' semplicemente ridicolo, anacronistico come il bellissimo film della locandina.

Perche'?
Perche' il mondo e' cambiato.

 

CHI NON E' CAMBIATO?
Eppure, non passa giorno che io non incontri imprenditori o commercialisti che sono rimasti alla mentalita' degli anni ‘50 del secolo scorso.

Magari, lo studio o l'azienda fu aperto dal nonno, che in effetti usava quei metodi.

Oggi, li riconosci subito.

Sono persone anacronistiche, semplicemente fuori del tempo.
Fanno affermazioni da bar, con una sicumera imbarazzante, credendo di fare considerazioni lungimiranti e non rendendosi conto di dire delle emerite stronzate.

La piu' ricorrente e': tanto, alle banche interessano solo le garanzie.

La cosa piu' drammatica e' che ci sono molti consulenti, spesso commercialisti, che vanno loro dietro, asseriscono, annuiscono, danno loro ragione.

Taluni lo fanno per la loro innata indole a dar sempre corda al cliente – del resto, talvolta paga – talaltri perche' proprio sono rimasti allo stesso livello di inesistente preparazione tecnica in materia di banca.

Oggi, sul mio blog un commercialista commentava che sono molti i suoi colleghi che si ritengono tuttologi, non si specializzano, raramente fanno un corso di formazione – se non quelli coi crediti formativi, purche' siano gratis e si possa russare – e poi dispensano consigli come possono, magari al fine di sfilare un cliente al collega.

Solo che, se non sai una materia, puoi solo consigliare male.

Il peggior consiglio e' quando si consigliano ai clienti le scorciatoie. Tanti di loro dicono di conoscere il tal direttore di banca, altri si spacciano per  "uomo di relazioni con le banche".

Cosi' facendo, di fatto ammettono di non sapere.

Perche' la verita' e' che per accedere al credito bancario non si devono conoscere le persone.

Serve conoscere la materia.

 

PERCHE' DEVI AIUTARE LA BANCA PER FARTI DIRE DI SI'?
So bene che si sono fondamentalmente due categorie di persone: quelle che usano internet per informarsi e quelle che lo usano a scopo terapeutico.

Le prime, leggono gli articoli e magari poi li commentano, piu' o meno con cognizione di causa, in funzione della loro preparazione in una materia scientifica e professionale come questa.

Le seconde, non leggono nemmeno gli articoli e li commentano comunque dal titolo, perche' cosi' fanno sapere al mondo di esistere. Il mondo, talvolta, potrebbe anche farne a meno.

Parlo al mondo dei professionisti e degli imprenditori ovviamente, cioe' di quelli che sono seriamente interessati a risolvere un problema serio, non a far cagnara su facebook, ma che ci saranno dei poveracci che risponderanno alla domanda del titolo postando su facebook originali e fantasiose frasi come: "le banche, bisognerebbe derubarle!".

Al che, l'altro lettore al bar rincarera' la dose: "certo, aiutarle con il mitra!".

E il terzo, con il bianchino in mano, non manchera' di sottolineare: "basta conoscere qualcuno nel consiglio di amministrazione, come fanno i nostri politici!".

E' sempre colpa degli altri, non e' vero?

E' comodo, in questo Paese, trovar sempre un capro espiatorio.

Piove, governo ladro.

Ma io non mi rivolgo a questi disperati.
Io mi rivolgo a tutti gli altri, imprenditori e professionisti, abituati a non cercare alibi per i propri insuccessi e decisi a risolvere, da se', i propri problemi.

Tutti vanno oggi in banca con il metodo del nonno, il BCB.

E sai come viene visto dalla banca chi ancora lo fa?



RICHIEDILO ORA E AVRAI CONSULENZA GRATUITA A DOMICILIO!
SIAMO OPERATIVI IN TUTTA ITALIA.
 

Dove siamo:

  Via M.Maggioli 47, 15121 Alessandria (AL)

  Tel. 0131 532357

  Email. ilprestitofacile@gmail.com

I dati trasmessi saranno conservati e trattati con le garanzie di sicurezza e segretezza previsti dal Decreto legislativo in vigore. Visita il sito per ulteriori informazioni www.garanteprivacy.it.

Nessun commento